Il massaggio bioenergetico dolce di Eva Reich

Il massaggio bioenergetico dolce di Eva Reich

Prima di presentare questa speciale tecnica di massaggio vorrei soffermarmi a introdurre le personalità della sua ideatrice, Eva Reich, e di suo padre Wilhelm Reich.

WILHELM REICH
Reich è un medico psicoanalista, allievo di Sigmund Freud, che ha sviluppato un approccio corporeo bioenergetico alla psicoterapia, oggi alla base di tutte le psicoterapie corporee.

Dalle libere associazioni all’analisi delle resistenze, da qui all’analisi del carattere o delle resistenze caratteriali; la constatazione delle forti reazioni vegetative indotte da una corretta analisi del carattere e la scoperta della corazza lo portarono alla tecnica della vegetoterapia.

Questo passaggio è stato particolarmente importante in quanto ha fornito la possibilità di fondare la psicologia su basi naturali-biologiche. Negli ultimi anni della sua vita, non si dedicava più alla terapia individuale, che continuava a ritenere estremamente utile nel singolo caso, ma che non poteva avere alcun impatto sociale. Il suo interesse ultimo fu rivolto ai Bambini del Futuro (ha scritto anche un libro con lo stesso titolo). “Solo consentendo ad ogni generazione successiva di crescere un poco più vicino alla natura sarà possibile, per l’umanità, ritrovare un giorno il suo vero posto nel creato” e per questo ha speso la sua vita, per portare avanti l’idea che la natura è benevola e l’uomo è buono e per salvaguardare questo stato cioè la naturalità dell’essere vivente. A differenza della posizione della Chiesa cattolica che ci dice che l’uomo porta con se, nella sua venuta al mondo il peccato originale, Wilhelm Reich sosteneva che si nasce buoni e tutta la violenza che circonda la nascita e l’educazione dei bambini poi , che porta ad una reazione violenta da parte degli esseri umani.

museum-orgonon_sign

A Orgonon portò avanti il progetto di trovare genitori sani per poter vedere come uno sviluppo naturale ed indisturbato avrebbe influito sullo sviluppo psicofisico del bambino. Osservando l’instaurarsi di eventuali corazze da correggere prima che diventino strutturate nel corpo e quindi nel carattere. Dice Reich …durante tutta la mia vita ho amato neonati, bambini e adolescenti e anche da loro sono sempre stato riamato e compreso. I neonati di solito mi sorridono perché ho un contatto profondo con loro e i bambini di due o tre anni spesso guardandomi diventano pensosi e seri. Questo è stato uno dei felici privilegi della mia vita e voglio esprimere in qualche maniera i miei ringraziamenti per quell’amore che mi è stato riservato dai miei piccoli amici. Possa il Destino e il grande Oceano dell’Energia Vitale dal quale vengono e al quale prima o poi ritorneranno benedirli con felicità, soddisfazione e libertà durante la vita. Spero di aver contribuito in buona parte alla loro felicità».

reich

EVA REICH

Eva Reich (1924 – 2008)  è nata a Vienna ed è emigrata negli Stati Uniti quando aveva 14 anni. Assisteva ai lavori di suo padre ed era in particolar modo interessata alla sua ricerca sui neonati e sulle loro madri. Fin dal 1950, ha lavorato come medico, in un reparto ospedaliero dove le donne partorivano e si è occupata dei neonati. In quell’epoca si usava praticare le anestesie totali brevi poco prima della fase espulsiva del neonato. E i bambini risentivano di questa pratica

Già trent’anni prima del boom della moderna ricerca neonatale, Eva Reich aveva sviluppato gli strumenti terapeutici per accompagnare e curare i bambini traumatizzati nel periodo perinatale ed aveva affrontato temi di grande attualità come, ad esempio, i bisogni biologici del contatto bioenergetico, del contatto oculare, l’importanza della non separazione di madre e neonato al momento della nascita, l’importanza della prevenzione prima e dopo la nascita. In più di trent’anni ha insegnato in tutto il mondo la sua filosofia ed il suo metodo.

Approfondisci

Il massaggio Bioenergetico Dolce tra i servizi di DoraLuce

No Comments Yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *