Il Video Intervento

Il Video Intervento

 spirit

Ogni mamma si sforza di comprendere i bisogni del suo bambino, sia fisiologici che affettivi.

Si chiede spesso se riesce a rispondere alle sue richieste non verbali o verbali in modo adeguato e in un tempo giusto.

In effetti questa competenza è importante per la rassicurazione del bambino, il suo senso di sicurezza, il suo desiderio di vicinanza e di autonomia con la madre.

E’ importante non solo perché migliora da subito la relazione mamma-bambino ma anche perché influirà su tutte le relazioni future del bambino, in ogni fase del suo sviluppo evolutivo fino alla sua vita adulta. Avrà migliori capacità di adattamento, maggiori competenze sociali, una capacità di regolare in modo adeguato le proprie emozioni, un maggiore sviluppo linguistico.

Certamente molto dipende dalla sensibilità innata della madre ma anche dalla sua voglia di capire, di migliorarsi e di apprendere.

Recenti ricerche hanno evidenziato che un bambino può avviare o interrompere l’interazione con le sue figure di accudimento principali, sin dai suoi primi istanti di vita, in modo attivo ed impegnato.

Il bambino vive da subito momenti di impegno e di disimpegno con le persone che lo accudiscono, ha momenti di vicinanza ma anche di autonomia ed è importante che l’adulto sappia osservare, riconoscere e rispettare l’autonomia del bambino e coordinarsi con lui per avere momenti di connessione e di scambio.

Un bambino può avere, già dal secondo mese di vita, una relazione significativa e differenziata (triangolare) non solo con la madre ma anche con il padre.

Da tutto ciò è anche emerso che molte capacità cognitive si sviluppano molto più precocemente rispetto a quanto veniva teorizzato in passato (Piaget).

Per rispondere a tutte queste nuove esigenze si è sviluppato in questi ultimi anni il Counseling con Video Intervento, un  metodo d’intervento innovativo, ideato da George Downing  che consente di dare, all’interno di una relazione d’aiuto,  un nuovo tipo di sostegno alle famiglie.

Si basa sulla osservazione diretta delle interazioni mediante la videoregistrazione.
E’ un mezzo rapido, concreto e produttivo, fondato sull’evidenza .

L’idea di riferimento è quella di riprendere due o più persone nel loro ambiente di vita mentre interagiscono tra di loro, nella relazione verbale e non verbale.

Consente di imparare ad osservare e descrivere i comportamenti nell’interazione e correlare questi dati visibili con quelli dell’esperienza soggettiva di chi osserva e di chi si osserva.

Lo sguardo, la mimica, la voce, la posizione del corpo, il contatto, la gestualità sono tutti elementi consci ed inconsci che influenzano la comunicazione.

Quando una coppia di genitori, o una mamma, o un papà arriva con una richiesta d’aiuto, per una qualsiasi delle problematiche che possono sorgere durante la crescita dei propri figli (o anche per avere un feedback sullo sviluppo del proprio bambino), dopo un primo colloquio, gli si chiede di realizzare un breve filmato dell’interazione della famiglia della durata di cinque o dieci minuti.

Viene filmata la famiglia o solo una parte di essa (ad es. solo la madre e il bambino, o solo il padre e il bambino) a casa propria o in un ambiente appositamente strutturato..

Il nostro obiettivo con questa metodologia è sostenere i genitori ed al contempo promuovere uno sviluppo sano del figlio, fare in modo  che a fine seduta i genitori abbiano qualcosa di concreto in mano, strumenti per modificare quelle aree del rapporto col figlio che sono disfunzionali o non ottimali per il suo sviluppo.

Per fare ciò un counselor  guarda il video con i genitori. Si utilizzano immagini selezionate per aiutare i genitori a capire più chiaramente ciò che accade. Si stende poi un piano di intervento per i cambiamenti appropriati.

Per i genitori, guardare i propri modelli interazionali “dall’esterno” , quindi identificarsi con questi modelli, con l’aiuto del counselor mentre appaiono nel video,  porta una moltitudine di informazioni nuove e aiuta a formare un piano pratico e realistico di cambiamento e , con l’aiuto di un counselor, ad applicarlo e a verificarlo nel tempo.

Il Videointervento può essere applicato anche a coppie adulte, a persone che professionalmente lavorano con bambini.

Questo metodo non viene usato solo con i genitori, ma anche nella formazione e nella supervisione dello staff delle scuole materne e degli asili nido, negli istituti, nelle cliniche.

Presso l’Associazione Doraluce è possibile usufruire di questo intervento, sia come richiesta individuale, sia all’interno del percorso ” I bambini sono i nostri maestri”.

No Comments Yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *